Harold T Wilkins, or how to make me smile and sing and see that not all is lost

Una strana sensazione lasciano i Fanfarlo, ballate quasi antiche, che ti viene da cantare, a bassa voce e con la malinconia che ti spiazza e ti rompe la voce. Belli, loro. Oggi prendo la macchina, solo per ascoltarli e farli viaggiare con me.

Annunci

~ di it's me su febbraio 21, 2012.

2 Risposte to “Harold T Wilkins, or how to make me smile and sing and see that not all is lost”

  1. nice one. they’re coming to milan. going?

  2. eh. no. niente.
    sarà bello, credo, ildodicidimaggio.
    i

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: